Blogia
ApPuNtO

Proprio Come il TeTriS

Proprio Come il TeTriS

Proprio come il tetris. La vita. Scendon giú i pezzi e bisogna avere la prontezza, la sveltezza e l’istinto di farli scivolar gravitazionalmente piano e incastrarli nel posto giusto, al momento giusto. Proprio come il tetris. E se per sbaglio, per una qualche svista o per una scelta diversa, quel pezzo non lo infili al suo posto, rimane un vuoto. Se ne sta li fermo, sembra aspetti il prossimo pezzo per essere riempito. Ma quello poche volte arriva. E se arriva puó crearne altre di caselle mancanti, incolmabili. E allora non resta che cercare di sistemare bene gli incastri, da quel vuoto in poi. Utilizzi il tuo sesto senso anche se dall’alto, man mano che il tempo passa, i pezzi scendon giú via via con piú velocitá, ritmati dalla voglia di andare al proprio posto, quello giusto si spera. E quando credi di poter utilizzare proprio quel mattoncino che vedi arrivare e che riponi nell’angolo, ecco che il prossimo pezzo era quello che davvero faceva al caso tuo. Sembra essere perso ma ce ne sará sempre un altro che scenderá giú quando ormai non ti serve piú. Nuovi incastri si sono creati e con quelli vai avanti. Alcuni vuoti si sono colmati, altri rimangono li indelebili e sembra proprio che si sentano meglio anche loro. Alla fine anche se qualche pezzo lo hai smarrito o non lo hai sfruttato, rimane il fatto che sei stato tu l’artefice della tua partita. É tua.

 

0 comentarios